piccoli_animali roditori

Il coniglio nano



2018-06-11 15:56:28

Visit: 9



Origine del coniglio nano
Il coniglio nano è una varietà del coniglio domestico.

Esistono diverse razze e tipologie e molti incroci non puri, che al momento della crescita della razza nana non hanno più nulla.

Il coniglio nano si trova difficilmente in libertà.

Si trovano diverse specie di coniglio nano tra cui:

Coniglio nano olandese
Coniglio nano ermellino (polacco)
Coniglio nano testa di leone
Coniglio Rex nano
Coniglio Fulvo di borgogna
Coniglio Cincillà nano
Coniglio Alaska nano
Coniglio Angora nano
Coniglio Ariete nano
Caratteristiche del coniglio nano
Il coniglio ha uno scheletro leggero mentre la sua muscolatura è ben sviluppata, queste caratteristiche gli danno la possibilità di correre veloce.

I conigli hanno una vista eccellente che gli permette di vedere in tutte le direzioni senza dover fare grossi spostamenti con la testa, con una visione binoculare anteriore, posteriore e in alto mentre l’unico punto cieco è davanti al naso.

I denti del coniglio costituiscono una struttura molto complessa, ad ogni lato della testa hanno due incisivi superiori e uno solo inferiore, hanno tre premolari superiori e due inferiori, tre molari superiori e tre inferiori mentre sono assenti i canini.

Una particolarità dei denti del coniglio è che tutti hanno una crescita continua e quindi si rende necessario che ci sia un costante consumo dei denti attraverso un’alimentazione equilibrata.

Le zampe non hanno cuscinetti e sono protette solo dal folto pelo.

Le dita sono 5 negli arti anteriori e 4 in quelli posteriori e sono tutte dotate di unghie non retrattili.

A differenza del coniglio di taglia normale, ha delle orecchie più corte.

A differenza del coniglio di taglia normale può avere massimo due o tre conigli a gestazione.

La femmina è pronta all'accoppiamento a sette mesi mentre il maschio è pronto per riprodursi a sei mesi.

La gravidanza dura all'incirca trenta giorni durante i quali è consigliabile mettere dentro la gabbietta della coniglietta dei pezzi di lana o di stoffa mentre nel frattempo essa completerà il tutto con un po' dei suoi peli.

Il coniglio nano è un animale delicato, infatti, non può essere esposto al sole molto tempo e necessita di cure specifiche.

In particolare deve essere visitato almeno ogni 6 mesi in occasione dei vaccini, da un veterinario esperto in animali esotici.

I vaccini da effettuare con regolarità e con puntualità sono due: contro la mixomatosi e contro la malattia emorragica virale. Entrambe le malattie, se contratte, non hanno cura.

I conigli emettono un suono simile ad un “gu-gu”, detto zigare, infatti si dice che il coniglio ziga.

Alimentazione del coniglio nano
È sbagliato pensare che il coniglio nano debba mangiare pane secco, miscele di semi, fioccati, carrube, mais, frutta secca e pellet di cereali.

L’alimentazione del coniglio deve essere costituita da lattuga, radicchio, finocchio, arance, pomodori, carote, cavolo, mele, ecc; ossia tutta frutta e verdura fresca e ben lavata.

La frutta e la verdura non devono essere fredde di frigorifero, ma a temperatura ambiente, così come l’acqua che deve essere fornita fresca ogni giorno.

L’alimentazione è un fattore determinante per la buona salute del vostro animale da compagnia, in questo modo potrà vivere anche 8-10 anni.