gatti razze_gatto

Il gatto Siberiano



2018-06-11 15:18:52

Visit: 55



Il gatto Siberiano, come si evince dal nome, è originario della Siberia; la razza siberiana, forse, si sarebbe sviluppata in modo simile ad altri gatti a pelo lungo, come il Norvegese ed il Maine coon, per il bisogno di adattarsi al clima freddo, sviluppando, conseguentemente, una taglia grande, una pelliccia folta e permeabile, piedi protetti da ciuffi di pelo, coda lunga con pelo abbondante e pelle abbastanza spessa.

Alcuni studi hanno stabilito che, la mutazione responsabile del pelo lungo e fitto, si sia sviluppata nelle zone più settentrionali del paese, in particolar modo a San Pietroburgo.

Si ha solo una testimonianza scritta che parla del gatto Siberiano e risale al 1925; nelle pagine dell’enciclopedia naturalistica Brehm Tierleben è stato scritto di un gatto rosso proveniente dalla Siberia, di taglia robusta e con il pelo lungo e folto, che viene citato come gatto di una razza a pelo semilungo proveniente dal Caucaso.

Hans e Betti Shultz, originari della Germania dell’Est, nel 1989, riscoprirono la razza in un mercato di animali a Mosca e ne importarono alcuni soggetti da san Pietroburgo.

Nel 1988 la razza arrivò anche negli Stati Uniti, durante uno scambio culturale: un’allevatrice americana di Persiani colourpoint riuscì a contattare un membro del Kotofei Club di San Pietroburgo, Nellie Sachuk, ed ottenne alcuni esemplari di gatto siberiano in cambio di alcuni suoi soggetti persiani.

Nove gattini giunsero in Louisiana, in aggiunta ai quindici gattini che vennero importati nel New Jersey, poco prima, da David Boehm.

La FIFE ha riconosciuto la razza siberiana nel 1996.

Aspetto e caratteristiche del gatto Siberiano
Il gatto Siberiano è un gatto dall’aspetto maestoso, forte e muscoloso.

La testa è corta di forma triangolare; il naso è lungo, senza stop.

Le guance sono massicce con basette; le orecchie sono di forma media, spesse e larghe alla base, presentano dei folti ciuffi di pelo.

Gli occhi sono grandi di forma ovale, di colore ambra e di tutte le tonalità di verde.

Il corpo è abbastanza lungo, non è un gatto molto alto, ha zampe forti e robuste, piedi tondi con ciuffi di pelo tra le dita.

Il collo è corto, la coda lunga, coperta in ogni parte da peli lunghi.

Il pelo è molto più lungo sul collo, petto, pantaloncini e coda, corto, invece, sulle spalle.

Sulla schiena il pelo è spesso, solido; il sottopelo è quasi inesistente d’estate e fitto d’inverno.

I colori ammessi sono tutti, anche il bianco e sono diffuse anche le marcature tabby.

Il gatto Siberiano ha come colore naturale il golden tabby, i colori solidi non sono molto frequenti.

Sono completamente esclusi i colori che evidenziano ibridazione, lilac, chocolate e colourpoint.

È un gatto robusto ed abbastanza longevo che non ha bisogno di molte cure per la tolettatura del pelo.

È importante che venga abituato sin da cucciolo ad essere manipolato e pettinato, almeno una volta a settimana, ed anche di più durante il periodo della muta.

Carattere del gatto Siberiano
Il gatto Siberiano ha un temperamento abbastanza naturale e forse, perciò, è meno adatto a vivere in famiglia.

È un gatto attivo, reattivo, poco vocale; in famiglia è abbastanza affettuoso ma mai invadente.

Non ama gli estranei ed i rumori improvvisi.

Proprio per la sua forte territorialità ed il carattere deciso e diffidente si racconta che i coloni lo utilizzassero come gatto da guardia.

La selezione è riuscita ad addolcire un po’ il carattere del gatto siberiano, ma comunque sin da piccolo deve essere abituato al contatto fisico con gli umani.

È un ottimo cacciatore che non teme il freddo e la pioggia, anzi gradisce stare in spazi all’aperto.