cani razze_cane

Il Pastore Maremmano Abbruzzese



2018-06-11 15:24:39

Visit: 50



Origini del Pastore maremmano abbruzzese

L’origine del pastore maremmano abruzzese sono antichissime, sarebbero arrivati in Europa a seguito dei pastori nomadi dell’Asia; o forse sarebbero stati portati in Europa dai Romani durante il periodo delle conquiste asiatiche.

È sicuro che i Romani, duemila anni fa, possedevano già cani da pastore con mantello bianco.

Perché si parla di pastore maremmano-abruzzese? La storia di questa razza è legata a quella dei greggi; infatti le pecore venivano condotte dalle maremme toscane e laziali durante il periodo invernale ed autunnale, nei pascoli dell’Abruzzo in primavera ed in estate: quindi questo cane era per metà dell’anno maremmano e per l’altra metà abruzzese.

In tempi più recenti si pensava di dividere le due varietà, maremmana e abruzzese, ma alla fine si è giunti alla conclusione che la razza era una sola e su questa è stato definito lo standard.

Aspetto e caratteristiche del Labrador Retriever
Il pastore maremmano abruzzese è un’antichissima razza italiana.

Il pastore maremmano abruzzese è un cane dalla grande mole, fortemente costruito, con un aspetto rustico e al tempo stesso maestoso e distinto.

L’altezza al garrese, per i maschi, varia da 65 a 73 cm; mentre per le femmine oscilla da 60 a 68 cm.

La testa del pastore maremmano abruzzese si presenta grande e piatta, di forma conica, che ricorda la testa dell’orso bianco. Il muso è pieno. Lo stop si presenta poco accentuato. Gli occhi non sono molto grandi. Il naso è grande con narici ben aperte. I denti hanno una chiusura a forbice. Le orecchie sono piccole, di forma triangolare, attaccata alta.

Il collo è grosso, forte e muscoloso, ricoperto di pelo lungo.

La coda è inserita bassa, lunga fino al garretto.

Il mantello del pastore maremmano abruzzese è di color bianco lana con pelo abbondante, lungo e liscio.

Il pelo è, invece, corto sul muso, sul cranio, sulle orecchie, sul margine anteriore di tutti gli arti.

Il sottopelo è fitto ed abbondante, presente in particolare nella stagione invernale.

Il movimento del pastore maremmano abruzzese esprime forza ed agilità.

Attitudini del Labrador Retriever
La vita dura ed aspra che hanno dovuto affrontare nei secoli questi cani, ha fatto si che si sviluppassero un carattere molto particolare: amore per il padrone senza dipendenza, senza servilismo, diffidenza verso gli estranei, spirito di iniziativa.

Sono cani dotati di dignità e fierezza uniti a perspicacia e spirito di responsabilità per il loro dovere; la guardia e la difese della proprietà sia essa un gregge o un casa, per il pastore maremmano abruzzese, necessita di protezione.

Certamente non è un cane da compagnia, ma un vero e proprio cane da pastore, usato per la difesa.

In questa razza il dimorfismo sessuale è molto evidente, non solo fisicamente: il maschio è più grande, più rozzo, con un collare di pelo che sembra una criniera, è più estroverso, prepotente ed aggressivo soprattutto nei confronti degli altri cani dello stesso sesso; la femmina è più longilinea, più raffinata, quasi felina nei movimenti, più gentile, più timida e molto diffidente.

Chi vuole avere questo cane deve ricordarsi che ha bisogno di ampi spazi.

La vita in appartamento con uscite con il guinzaglio per fare i suoi bisogni, lo stressa e lo può rendere nervoso ed aggressivo.

La grande particolarità di questo cane è che non necessita di addestramento per compiere il suo lavoro da guardiano, anzi l’addestramento provoca degli effetti negativi.

Certo è un cane che può essere educato, ma non bisogna aspettarsi un cane troppo obbediente e servile.

È adatto a stare con bambini educati all’amore ed al rispetto dei cani.