cani razze_cane

Il Mastino Napoletano



2018-06-11 15:23:12

Visit: 45



Origini del Mastino Napoletano

Le prime notizie scritte riferibili alla razza sono da ricercare nelle citazioni del Canis Pugnax, l'antico molosso romano impiegato nelle arene contro le belve ed anche nella guardia alle ville di campagna.

Un soggetto leggermente diverso veniva impiegato dalle legioni come cane da guerra ed usato anche nella caccia alla grande selvaggina, nella conduzione delle mandrie e per la difesa personale.

I romani ebbero grande importanza nella selezione della razza, incrociando i loro soggetti con i migliori molossi con i quali venivano a contatto durante le loro spedizioni, e quindi con i famosi Pugnaces Britanniae, importati dalla Britannia, dai Celti e con i cani provenienti dalla Molossia, una provincia greca.

All'inizio vennero impiegati nei combattimenti nelle arene e nei ludi venatorii, ma col passare dei secoli, il molosso italiano ha mantenuto il suo posto al fianco di mandriani, carrettieri, cacciatori e anche briganti.

Al tempo della seconda guerra mondiale la razza rischiò l’estinzione, ma fu recuperata dallo scrittore e cinologo Piero Scanziati, che la ricostruì partendo da pochissimi soggetti rimasti.

La razza fu successivamente perfezionata dall'allevatore Mario Querci, con lo storico affisso di allevamento "di Ponzano", che riuscì a selezionare un tipo di cane che rispecchia l'odierno Mastino.

Aspetto e caratteristiche del Mastino Napoletano

Il mastino napoletano è un cane di grossa taglia, con la caratteristica pelle spessa e rugosa con pelo raso.

La testa è molto grande e corta, con il cranio appiattito tra le orecchie, muso diritto, tartufo voluminoso, labbra pendenti.

Gli occhi del mastino napoletano sono distanziati tra di loro.

Le orecchie sono piccole rispetto alla grandezza del cane. Il corpo è molto più lungo che alto, con un collo massiccio.

Di solito la coda viene amputata ai due terzi della lunghezza.

Il pelo del mastino napoletano è denso con uguale lunghezza in tutte le sue parti, liscio, fine raso.

I colori preferiti del mastino sono il piombo, il nero, il grigio con a volte piccole macchie bianche sul petto e sulla punta delle dita, il mogano, il fulvo ed il fulvo-cervo. Tutti i mantelli dei mastini possono essere tigrati. La taglia del mastino napoletano è molto grande, l’altezza al garrese per i maschi è compresa tra 65-73 cm; per le femmine 60-68 cm. Il peso ideale è di 60-70 kg per i maschi, 50-60 kg per le femmine.

Attitudini del Mastino Napoletano
Il mastino napoletano ha un carattere forte e leale ed è molto equilibrato, dolce e sicuro con i bambini, diventa feroce solo se provocato.

È un cane esclusivamente da guardia, oltre che da compagnia ed esposizione.

È un sicuro difensore della proprietà e delle persone, ha sempre un comportamento vigile ed intelligente.

Tra i grossi molosso idi da guardia è quello con il carattere più docile e pacato.

Nonostante abbia una stazza abbastanza grande, non ha bisogno di molto spazio per muoversi, dato che fa pochissimo movimento.